Basilica di Santa Maria dell’Olmo

Basilica di Santa Maria dell’Olmo

L’origine del culto alla Vergine risale all’XI secolo, quando fu ritrovato da alcuni pastori, un quadro impigliato tra i rami di un frondoso olmo (da cui il titolo Madonna dell’Olmo). Trasportato nella chiesa di S. Cesareo, o di Vetranto secondo alcuni, il quadro miracolosamente sarebbe ritornato sul luogo del ritrovamento. Questo secondo la tradizione, ma storicamente è accertata la presenza di un’edicola della Madonna da tempi più antichi.

Fu officiato fino al XIX secolo dai Padri minimi, successivamente dai Padri dell’Oratorio di San Filippo Neri. Dal 1672 la Madonna dell’Olmo è dichiarata Patrona della Città e precisamente dalle Delibere comunali si apprende che il 21 maggio 1672, su proposta del Sindaco Fulvio Atenolfi, il Governo della Città stabilì di prendere “per particolare Protettrice la Gloriosa Vergine Madre di Dio sotto il titolo di Santa Maria dell’Olmo”; dal 1931 il Santuario è dichiarato Basilica Minore.

La Chiesa è ad una sola navata con piccole cappelle laterali. Il soffitto è interamente dipinto con quadri raffiguranti episodi della vita di San Francesco di Paola (del pittore Michele Ragolia – XVII secolo). La cupola che sovrasta l’altare maggiore è decorata da affreschi. Notevole anche una statua dell’Immacolata sull’ultimo altare a sinistra presso la sacrestia (1594 – opera del Naccherino).

L’altare, dedicato al Sacro Cuore, anticamente racchiudeva il Quadro della Madonna venerata sull’altare maggiore. Questo, inaugurato nel 1924, è abbellito da quattro statue di Francesco Jerace raffiguranti S. Adiutore, S. Alferio, S. Francesco di Paola e S. Filippo Neri ai piedi di un olmo di bronzo nel cui fogliame è incastonato il quadro della Vergine. Notevole il pulpito marmoreo di A. Balzico che poggia su un leone e un toro simboli evangelici.

Nel penultimo altare a destra è conservato il corpo del Servo di Dio Padre Giulio Castelli, che nel 1896 fondò la Congregazione dell’Oratorio di S. Filippo Neri a Cava de’ Tirreni, di cui è in corso il processo di beatificazione. La Basilica è dotata di un organo che è stato restaurato.

Adiacente alla Basilica trovasi il Convento già dei Minimi, con il chiostro cinquecentesco (1582), dove durante l’anno si tengono concerti. Il complesso è Casa dei Padri dell’Oratorio, ospita attività giovanili e parrocchiali ed è sede di una Biblioteca. La festa solenne viene celebrata l’8 settembre, giorno della Natività di Maria, fin dal 1581 (Decreto di Mons. Alemagna de Cardona).

Nel luglio del 1931 papa Pio XI ha elevato la basilica alla dignità di basilica minore.

 

Indirizzo

Indirizzo:

Corso Umberto I, 13 – 84013 Cava de’ Tirreni (SA)

GPS:

40.695370406823, 14.71094304736

Telefono:

-

Email:

-

Web:

-

Fare clic sul pulsante per mostrare la mappa.
Sto caricando…