Piana del Sele

Piana del Sele

Sto caricando…

La Piana del Sele (anche Piana di Paestum o Piana di Eboli) è una pianura di circa 500 km² che si estende lungo il percorso del fiume Sele nella provincia di Salerno, delimitata a nord dalle propaggini meridionali dei monti Picentini, ad est dalla valle del Sele, a sud dai rilievi del Subappennino lucano e a ovest bagnata dal mar Tirreno nel golfo di Salerno.

La pianura dispone di una superficie agricola totale pari a circa 33 500 ettari (di cui l’86% è effettivamente utilizzato), che rappresenta una delle più aree più fertili della regione. Ivi sono coltivati numerosi prodotti agricoli, in particolare mais, foraggera, patate, ortaggi e frutta, i quali vengono quindi immessi nella grande distribuzione organizzata nazionale o commercializzati localmente, mentre una parte è diretta verso i mercati esteri.

I centri più importanti sono Battipaglia (il più popoloso centro abitato e maggior polo industriale, stradale e ferroviario) ed Eboli (il più esteso come territorio comunale e il secondo per popolazione), mentre sul piano naturalistico, all’interno della Piana del Sele sono presenti l’Oasi naturale del Monte Polveracchio, il Parco regionale Monti Picentini, l’Oasi di Persano e la Riserva naturale dei Monti Eremita e Marzano.

Questo territorio era un tempo malarico e paludoso. Agli inizi dell’Ottocento e fino agli anni cinquanta è stato sottoposto a numerose opere di bonifica (importante, a questo proposito, fu l’introduzione dell’uso del DDT ad opera dei liberatori americani).

La costruzione della diga di Persano insieme alla realizzazione di numerosi canali d’irrigazione hanno favorito lo sviluppo dell’agricoltura e dell’allevamento bovino, in particolare dei bufali.

Indirizzo

Indirizzo:

Foce sele

GPS:

40.527464194573, 14.975894656836

Telefono:

-

Email:

-

Web:

-

Fare clic sul pulsante per mostrare la mappa.